Modulo Milan, Giampaolo ad un bivio con l’incognita Suso

Giampaolo Suso
© foto www.imagephotoagency.it

Marco Giampaolo dopo la sosta dovrà prende una decisione sul modulo da adottare. Trequartista o 4-3-3 come l’anno scorso

Marco Giampaolo crede fermamente nel modulo a due punte con un trequartista alle spalle. Suso sembrava dare garanzie in tal senso nel precampionato, ma d’altra parte la società non ha regalato alternative al mister. Il risultato? A settembre al Milan ci sono ancora i cantieri in corso e Giampaolo deve prendere una decisione definitiva per quanto riguarda il modulo.

Intervistato dalla Radio Sportiva, l’avvocato Antonello Martinez ha dichiarato: «L’unico dubbio che ho sul Milan è Giampaolo, ho paura che sia un po’ in confusione. Se il tuo modulo è il 4-3-1-2 devi avere pazienza, anche perché devi recuperare tutti i giocatori. Giampaolo ha abdicato troppo presto dal suo credo tattico, è segnale di insicurezza».

Sicuramente dopo la sosta si potranno vedere varianti anche grazie all’inserimento di Ante Rebic al fianco di Kris Piatek. Lucas Paquetà, l’unico giocatore che potrebbe far fare il salto di qualità sulla trequarti, viene considerato dall’allenatore come una mezzala. Rimangono allora in piedi due ipotesi: quella che prevede ancora Suso dietro a due punte, o il passaggio al 4-3-3 che permettere allo spagnolo, a Castillejo e a Rebic di poter giocare sugli esterni. Chi vivrà, vedrà.