Milan, dopo Leonardo è il turno del nuovo ds. Spunta anche un’altra idea

© foto www.imagephotoagency.it

L’era americana del Milan è iniziata e il fondo proprietario non ha certo limitato le proprie azioni: licenziato Fassone, oggi tocca a Mirabelli. Intanto entra in società Leonardo ed è caccia al nuovo ds

Dopo l’assemblea del 21 possiamo considerare ufficialmente avviata la nuova gestione Elliott. Dopo aver escluso dall’organigramma Yonghong Li, i suoi collaboratori cinesi e Marco Fassone il fondo americano pensa ora a riempire le poltrone rimaste vuote. Il primo, nuovo innesto per la società rossonera si chiama Leonardo, che a breve diventerà a tutti gli effetti il nuovo direttore responsabile dell’area tecnica. Per quanto riguarda invece il ruolo di amministratore delegato, a sostituire Fassone sarà un profilo già individuato, come specificato da Elliott nel comunicato, ma che per il momento ancora non è stato annunciato.

FUORI MIRABELLI, DENTRO? – Da questa sera, secondo la Gazzetta dello Sport, anche la poltrona di ds sarà libera. Infatti è previsto un incontro tra il presidente Scaroni e Massimiliano Mirabelli per chiudere il rapporto del dirigente con il club di Via Aldo Rossi. In attesa del nuovo direttore sportivo (si fanno i nomi di Giuntoli e Sogliano), il mercato rossonero sarà con ogni probabilità gestito da Leonardo, che nei prossimi giorni arriverà come nuovo direttore tecnico, in attesa di un sostituto di Mirabelli.

DOPPIO AD – Gli innesti in società on finiscono qui però, infatti a breve dovrà essere nominato il nuovo amministratore delegato, che subentrerà a Fassone. I nomi in lizza sono Ivan Gazidis e Umberto Gandini. Ma spunta un’ipotesi, formulata dalla rosea, secondo la quale potrebbero arrivare entrambi, con il sudafricano delegato alla parte amministrativa e finanziaria, mentre l’italiano a quella sportivo-istituzionale e al riallacciare i rapporti con l’Uefa.

 

Articolo precedente
GattusoElliott proporrà due linee di mercato a Gattuso, sarà Righio a decidere
Prossimo articolo
higuainMilan, primi approcci per Higuain: offerta al giocatore