Malagò: «Scudetto non più dittatura Juve. Var sicuramente da migliorare»

Malagò
© foto Giovanni Malagò, presidente del CONI

Malagò a parlato della situazione attuale a tutto tondo, toccando vari temi, in particolare quello dello scudetto e della moviola

Malagò a parlato attraverso Corriere dello sport della situazione attuale a tutto tondo, toccando vari temi, in particolare quello dello scudetto e della moviola.

SULLO SCUDETTO- «Mi pare un dato acquisito che la dittatura della Juve sia finita. Chi è favorito? Faccio un ragionamento di buon senso: chi è concentrato su una sola competizione può metterci dentro tutte le energie fisiche e mentali. La Lazio vive questa condizione. Se penso solo alle incertezze dell’Inter sul calendario, anche per via del Coronavirus, non vorrei stare nei panni di Conte».

SU VAR E MOVIOLA- «A volte guardo le partite con mio padre. La sua generazione non ha conosciuto neanche la moviola. Mi chiede: ti sembra normale punire la casualità? Penso sul fallo di mano di aver risposto. Challenge? Sinceramente, non credo sia la soluzione. Temo che spezzetterebbe troppo la competizione. Credo che bisognerebbe lavorare a monte. Migliorare la qualità delle decisioni e il rapporto arbitro-Var».