Connettiti con noi

HANNO DETTO

Branchini: «Il Milan ha accettato con tranquillità l’addio di Donnarumma»

Pubblicato

su

Giovanni Branchini, noto procuratore sportivo, ha chiarito come il Milan abbia accettato senza problemi l’addio a zero di Donnarumma

Giovanni Branchini, famoso procuratore sportivo, ha parlato a TMW della tendenza sempre più diffusa dei calciatori a trasferirsi a parametro zero soffermandosi in particolare sui casi Alaba e Donnarumma:

«Quando un giocatore sta in un club oltre dieci anni, non penso ci sia nulla di criminale volere cambiare. Il Bayern ha fatto di tutto per tenerlo facendo proposte eccezionali, il giocatore sosteneva essenzialmente che nel Bayern non poteva giocare nel ruolo in cui ha sempre sognato di giocare, cioè il centrocampista. Poi la realtà sportiva è che sia nell’Austria che nel Real Madrid ha dovuto giocare da difensore, come fa il Bayern. Alle volte le ciambelle non riescono con il buco, è un fatto culturale e mediatico. In Italia si accetta che un giocatore vada via: il Milan ha accettato con grande signorilità che Donnarumma se ne andasse, sono stati più i media a calcare la mano che non le società. Penso che ci sia una tendenza a creare scandalo anche quando non c’è».