Giampaolo: «Suso? Un fuoriclasse che non si vende»

Giampaolo
© foto Milan TV

Giampaolo parla dopo il match contro lo United, dalle sue parole grande ottimismo e soprattutto grande crescita di una squadra pronta

Giampaolo intervistato da Milan Tv parla non tanto del match quanto della situazione atletica e mentale della squadra, sottolineando alcuni aspetti molto importanti: «Manca la cura dei particolari ma questa la acquisiremo solo con il tempo lavorando però la squadrà ha recepito il grosso, gioca con una buona mentalità e poi la cosa che mi piace di più è che son tutti dentro, dentro un progetto, dentro un’idea e significa che fanno le cose nelle quali credono, poi è la condizione, è le sintonie, è la cura dei particolari, questo fa parte del lavoro ma il grosso della musica i ragazzi lo hanno recepito.

SUL POTENZIALE- «Il Milan ha giocatori forti di qualità, poi se riusciamo a riconoscerci dentro uno spartito, io penso che possono essere ancor più forti perchè il senso del giocare insieme mette tutti nella condizione di crescere. Poi ci saranno dei rallentamenti in questo processo di crescita perchè lo so che è così però mi piace che i giocatori giochino con fede, come ho detto l’ultima volta, mi piace l’attaccamento, mi piace la partecipazione».

SU SUSO- «Suso è forte, è un fuoriclasse, non si discute. L’ho detto a lui e l’ho detto anche al club, Suso non è un problema, i giocatori forti noi li dobbiamo tenere. Chala è un giocatore universale, può giocare in tutti i ruoli della metacampo, poi l’ho messo lì perchè Biglia aveva un problema ad un tendine e non volevo che andasse oltre, non volevo che capitassero guai anche se Biglia lì mi è piaciuto come sempre perchè è un uomo vero, un grande professionista e poi la partita la sa giocare. Chala come ho detto sa giocare in tutti i ruoli di metacampo, poi bisogna creargli una specificità e lì l’abbiamo prestato in quel ruolo per un quarto d’ora ma quando uno sa giocare si barcamena anche lì».

SU BONAVENTURA- «Bonaventura l’ho visto rinato, il ragazzo è fuori da 8 mesi, ha riassaporato il campo un quarto d’ora,l’ho visto anche meglio di quando l’ho visto nelle sedute di allenamento che era un po’ più controllato e quindi speriamo con il tempo di recuperare anche Jack che è un alro giocatore importante di qualità».