Gattuso, bravo! Lazio battuta da un atteggiamento più coraggioso

Gattuso
© foto www.imagephotoagency.it

Gattuso sul gradino più alto del podio dopo la gara con la Lazio, vinta di misura grazie ad un atteggiamento più coraggioso ed estroverso

Gattuso e la squadra ritrovata verrebbe da dire all’indomani della gara vinta con la Lazio grazie al goal di Kessie su calcio di rigore. Una vittoria che non mette in luce i propri spunti positivi con il risultato di misura su rigore ma con un atteggiamento differente già visto a Torino nella gara con la Juventus. Cambiando qualcosa, il tecnico rossonero è riuscito a trovare una quadra importante ma soprattutto a recuperare energie vitali, quando dal punto di vista atletico sembrava ormai tutto finito. Le gare con Inter e Sampdoria raccontavano di un Milan molle e prevedibile, quella con l’Udinese invece narrava una buona speranza, quella con la Juve la rinascita, malgrado un risultato più che bugiardo.

SERENITÀ A FINE PARTITA- «La Lazio è dura da affrontare. Avevamo il dovere di fare una prestazione gagliarda, dobbiamo fare i complimenti alla squadra che nonostante la giovane età sta dando tutto. Abbiamo vinta la battaglia in mezzo al campo e siamo stati bravi. Romagnoli? Non c’è nulla di muscolare. La rissa? Mi sono pure stirato… Quando ero giocatore mi gasavo, oggi vedo le cose con una testa diversa».

PARMA E COPPA ITALIA- I prossimi due impegni saranno altrettanto decisivi, sabato prossimo c’è il Parma in trasferta e poi ancora la Lazio in Coppa Italia, lo score di quest’anno contro i biancocelesti dice due pareggi ed una vittoria per i rossoneri che ora dovranno cercare di arrivare alla finale del trofeo nazionale, per poi giocarsela contro la vincente di Atalanta-Fiorentina. Il tempo stringe così come le possibilità di arrivare a meta, la gara vista ieri sera è una fucina di buone speranze, nell’attesa di recuperare gli infortunati, come ad esempio Paquetà che una volta tornato potrebbe prendere il posto di Borini, nonostante il ragazzo stia facendo molto bene.