E se avessero avuto ragione loro?

© foto www.imagephotoagency.it

Demoralizzati, scandalizzati e, conseguentemente, sfiduciati i tifosi del Milan all’indomani delle due più eccellenti cessioni degli ultimi 10 anni: due campioni internazionali, quali Ibrahimovic e Thiago Silva, venduti nella medesima sessione di mercato. Roba da media provinciale, da Udinese, non da Milan. Mai da Milan.
Veder partire insieme ai campioni del momento, anche gli “stendardi umani” del recente passato significava non soltanto veder partire giocatori del calibro tecnico e morale di Nesta, Gattuso e Seedorf, ma soprattutto lasciare che fosse il Diavolo per la prima volta a vendere la propria anima.
“L’anno zero” rossonero parte in picchiata e precipitando impara a volare. Le ali, questa volta,si spiegano in chi sotto un’ ala protettiva c’è solo cresciuto: ragazzini capaci di lanciare il cuore più lontano delle loro stesse responsabilità, per vedersene consegnate molte altre, per diventare, loro, quell’anima persa.
Ventenni che, senza quelle pesantissime cessioni, avrebbero visto il campo quanto bastava per farsi marchiare con il bollino verde di “promessa del futuro”, quasi sempre di un futuro mai realizzato. E invece ecco che De Sciglio ed El Shaarawy rialzano al cielo l’urlo, da troppo tempo strozzato, di un San Siro rianimato. Re-innamorato.
Far girare le gambe più di chiunque altro, per chiunque altro, è il modo migliore per strapparsi di dosso il proprio anno anagrafico e, di fronte agli occhi di scettici e tradizionalisti, giocare per divenire eterni.
Fino ad un mese fa sarebbe stato molto più difficile scrivere un “pezzo” come questo. Le promesse non avverate e il “ringiovanimento” tanto osannato che sapeva di abbandono, hanno oscurato anche la mia di fiducia.
Ma oggi, vedendo il “vecchio cuore rossonero” mai così giovane e battagliero sento di dover dire:
Comunque andrà quest’anno… avevate ragione voi.

Articolo precedente
Istruzioni per combattere lo “Spread” di risultati del Milan
Prossimo articolo
L’importanza di chiamarsi Milan