Connettiti con noi

News

Benitez: «Liverpool? Il goal di Inzaghi fu un colpo di fortuna»

Pubblicato

su

Benitez, 13 anni dopo, il tecnico torna sulla finale Champions di Atene del 2007, vinta dal Milan contro il suo Liverpool

Benitez, 13 anni dopo, il tecnico torna sulla finale Champions di Atene del 2007, vinta dal Milan contro il suo Liverpool. Del resto chi più di Benitez potrebbe ricordare quella notte (a parte Ancelotti), la notte della rivincita nei confronti di una squadra forte che due anni prima aveva segnato la storia del calcio mondiale, recuperando una gara persa alla fine del primo tempo. Tuttavia dopo 13 anni, Benitez si confessa alla Gazzetta dello sport e parla di fortuna, in relazione molto probabilmente al primo goal di Inzaghi.

UN COLPO DI FORTUNA- «Io ero l’allenatore del Liverpool. Per me, fu un colpo di fortuna. Quella notte ho passeggiato per le strade di Atene fino alle 7 del mattino, ripensando a quel gol, alla partita e a come cambiare quel Liverpool nell’estate successiva».

PIRLO O INZAGHI- «Entrambi. Ricordo ancora laprima volta che ho sentito parlare di Pirlo. Ero a Coverciano, un fisiologo mi parlò di un sedicenne del Brescia. Aveva ragione».

COME TECNICI- «Lavorando in Cina, non riesco a seguire tantissimo ma vedo che Pirlo ha il problema di dover gestire il cambio generazionale della Juve e allo stesso tempo vincere».

POSSIBILITÀ DI SUCCESSO- «Dipende da quanto tempo gli danno. Alla Juve per me serve
tranquillità, 15-20 partite senza polemiche interne e sui social. Se le avrà, crescerà».

SU INZAGHI- «Ora gioca un calcio più di ripartenza rispetto al 2019-20. Io credo si salverà, ma il difficile arriverà nel 2021. Gli chiederanno di fare un passo avanti».

CHE TECNICI SARANNO- «Pirlo vuole giocare la palla, proverà a seguire quella strada. Per Inzaghi aspettiamo, vediamo se riuscirà a mostrare il suo calcio più propositivo».