Aiutiamo Andrea: al via la raccolta fondi per farlo tornare a camminare

Andrea Tambè
© foto Facebook

Andrea Tambè, 35enne siciliano e tifosissimo del Milan, ha bisogno del tuo aiuto: nel 2002 un terribile incidente in moto l’ha costretto alla sedia a rotelle, oggi c’è una speranza

Spesso il lavoro del giornalista sportivo porta a distorcere la vera gerarchia di ciò che è realmente importante nella vita. Il calcio, per quanto bellissimo, è un gioco (spesso tra ricchi) che però ha poco a che fare con le vere problematiche della vita di tutti i giorni. In questo senso tra le centinaia di mail che giungono alla nostra redazione oggi abbiamo deciso di riportarvene una: il messaggio è mandato da Andrea, siciliano 35enne, che dopo un breve incipit in cui ci ha parlato della propria sfrenata passione per il Milan, ha deciso di raccontarci la sua storia.

Non una vita normale quella di Andrea che a soli 14 anni ha dovuto fare a meno di sua mamma, defunta a causa di un tumore; 4 anni dopo si è arruolato nell’esercito dove ha fatto parte della Brigata Parà di Livorno in missione in Iraq.
A 22 anni Andrea ha realizzato il suo sogno, acquistare una moto, ma proprio quel suo agognato e prezioso traguardo si è presto tramutato in un incubo: il primo aprile 2006 Andrea è stato falciato da un pirata della strada restando vivo per miracolo. Fortunatamente, grazie alla sua forza e all’abilità dei medici, Andrea è sopravvissuto perdendo però la mobilità delle gambe e restando bloccato su una sedia a rotelle per il resto della sua vita.

Oggi per Andrea Tambè c’è però una speranza e si chiama EKSO GT: esoscheletro dal valore di 250 mila euro.
Per poter realizzare il proprio sogno di tornare ad essere alto un metro e ottanta Andrea ha bisogno dell’aiuto di tutti noi, clicca al link posto qui sotto per dare il tuo contributo e rendere il suo sogno realizzabile.

PARTECIPA ALLA RACCOLTA FONDI PER AIUTARE ANDREA! 

In seguito vi alleghiamo il messaggio mandatoci da Andrea:

«So che avrete tantissimi messaggi a cui rispondere ma spero che possiate incappare nel mio messaggio. Sono paraplegico da 13 anni ma tifoso milanista da sempre. Da un mesetto circa alcuni miei amici hanno creato un fondo di donazione su gofundme. Un sito di donazioni online. Il mio sogno è quello di ritornare a camminare grazie a un esoscheletro molto costoso. Spero di venire a San Siro almeno una volta nella vita, prima che sia chiuso, ma prendere un biglietto per me è quasi impossibile! Ci provo da anni e la procedura per i disabili è assai complicata! Continuerò a provare fino a quanto non ci riuscirò grazie ancora per tutto». 

Magari Andrea la prossima volta a San Siro potrai venirci sulle tue gambe.