18 maggio 1994: il Milan demolisce il Barcellona di Crujiff

galliani
© foto www.imagephotoagency.it

Milan, 25 anni fa la strepitosa vittoria di Fabio Capello ad Atene. Barcellona di Crujiff demolito 4 a 0

MILAN DEGLI INVINCIBILI – Sono passati 25 anni da quella magica partita che i tutti i tifosi rossoneri portano nel cuore. Il 18 maggio 1994 i rossoneri battevano il Barcellona per 4 a 0 in finale di Champions League. Il capolavoro di Fabio Capello, l’incubo di Crujiff che alla vigilia aveva messo le mani avanti con spavalderia.

La storia del Milan non sarebbe stata più la stessa dopo quel trionfo. Senza Baresi e Costacurta i rossoneri hanno saputo imporsi sul piano fisico, tecnico, tattico e motivazionale. La doppietta di Massaro è un ricordo indelebile, tanto quanto la telecronaca emozionante di Bruno Pizzul, quasi incredulo davanti alla superiorità del club italiano.

Quel Milan aveva un’ossatura italiana, da Baresi a Maldini passando per Costacurta, Galli, Donadoni. Ben otto titolari su undici (tutti tranne Savicevic, Boban e Desailly) e una panchina tutta nostrana, allenatore compreso. Insomma, il Barcellona di Guardiola ci ha dimostrato come una buona cantera può fare la differenza anche nel calcio moderno dei miliardari. Forse il Milan attuale dovrebbe ripartire proprio da quei giovani come Donnarumma, Cutrone, Calabria, Romagnoli, Conti, Caldara (questi ultimi tre di scuola romana e atalantina) e fare acquisti mirati di qualità. Di mezzi giocatori strapagati nelle ultime due sessioni di mercato ne abbiamo già abbastanza.