Romagnoli, un debutto da predestinato: il racconto del suo esordio in Serie A

Romagnoli
© foto www.imagephotoagency.it

Romagnoli si prepara ad affrontare la Fiorentina nel giorno dell’anniversario del suo debutto in Serie A

Romagnoli presente alla festa natalizia del settore giovanile, lui che quell’esperienza l’ha vissuta poco tempo fa agli ordini dei mister giallorossi, con i quali è cresciuto. Il capitano del Milan ha raccontato ai giovani rossoneri del suo debutto in Serie A, tra ricordi più o meno freschi ed aneddoti degni di nota: «Lì per lì non ho pensato, ero contro il Milan, avevamo vinto 4-2, è stato molto emozionante. Ero molto giovane, avevo 17 anni, ero entrato al posto di Totti, il mio ex capitano all’epoca. E’ stato il mio sogno di una vita, poi bisogna sempre migliorarsi. Spero che anche voi possiate avverarlo». Era il 22 dicembre 2012, aveva 17 anni e sabato contro la Fiorentina sarà l’anniversario di quel giorno che ha cambiato per sempre l’esistenza di questo ragazzo.

FIORENTINA- Emergenza a centrocampo per Gattuso, le squalifiche di Bakayoko e Kessié mandano letteralmente in crisi il tecnico rossonero: pronti dal primo minuto José Mauri e Bertolacci. Sarà dunque 4-3-3, davanti spazio a Castillejo, favorito su Cutrone, per completare il tridente con Suso e Higuain. Al centro della difesa, dopo il rientro a Bologna, conferma per Romagnoli accanto a Zapata.

Pioli godrà dell’intera squadra a disposizione dunque ampia possibilità di scelta. In difesa sulla destra ci sarà Milenkovic, a centrocampo torneranno Veretout ed Edimilson Fernandes dopo le rispettive squalifiche. In attacco conferma per il belga Mirallas nel tridente con Chiesa e Simeone.

MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Calabria, C. Zapata, Romagnoli, Rodriguez; Bertolacci, José Mauri, Calhanoglu; Suso, Higuain, Castillejo. All. Gattuso

FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Vitor Hugo, Ger. Pezzella, Biraghi; Benassi, Veretout, Edimilson Fernandes; Chiesa, Simeone, Mirallas. All. Pioli

 

Articolo precedente
Uefa, il Milan farà ricorso al Tas: la decisione è presa
Prossimo articolo
GazidisSettore giovanile, grande festa a San Siro!