Paquetà, con Pioli è una terza scelta: ecco il suo futuro

Paqueta
© foto Lucas Paquetà, centrocampista brasiliano del Milan

Lucas Paquetà la vera incognita del Milan targato Pioli: solo due presenze da titolare con il tecnico parmigiano

Il Corriere dello Sport oggi ha ripercorso l’annata di Lucas Paquetà al Milan: arrivato nel gennaio 2019 era stato indubbiamente uno dei più grandi colpi non solo del mercato italiano, ma di quello europeo, con Leonardo – allora direttore dell’area tecnica rossonera – bravo ad anticipare la concorrenza di tutto il vecchio continente e strappare il ragazzo al Flamengo. Dopo un anno però tutto è cambiato.

I primi mesi di Paquetà in Italia erano stati positivi, con Gattuso che aveva deciso di puntare fortemente su di lui, ma già ad aprile il primo stop dovuto ad un infortunio alla caviglia. Una volta rientrato il brasiliano non è stato più in grado di riprendere con costanza il ruolo da titolare. Con l’arrivo di Giampaolo, si presupponeva, potesse essere proprio Paquetà il giocatore maggiormente valorizzato dal rombo di centrocampo ma a sorpresa il tecnico abruzzese puntò su Suso. Con Pioli sole due presenze da titolare, il 23 novembre col Napoli e il 17 febbraio col Torino, rendono Paquetà ma vera incognita dell’intera rosa milanista: un giocatore dal grande potenziale che però non esplode mai. Il Milan, che a gennaio ha resistito alle offerte (sinceramente poco allettanti) di Psg e Juventus, è conscio che il valore del giocatore stia repentinamente calando e quest’estate con Ragnick prenderà una decisione definitiva riguardo al suo destino.