Locatelli: «Milan, tutti nel cuore. Mi spiace per come ci siamo lasciati»

Locatelli
© foto www.imagephotoagency.it

Locatelli promosso a capitano della nazionale italiana Under 21, una grande soddisfazione che lo porta con i ricordi agli albori della carriera

Locatelli sarà il nuovo capitano dell’Under 21 del CT Nicolato, una grande responsabilità, come spiegato dallo stesso a Gazzetta dello Sport: «Una responsabilità che mi piace, perchè il mister mi ha fatto sentire subito importante. E’ motivo d’orgoglio».

SUL MILAN – «E’ stato un capitolo fondamentale. Mi dispiace per come ci siamo lasciati perché ho il Milan e i suoi tifosi nel cuore. Quando vedo San Siro è un’emozione diversa. Il Milan attuale? Progetto in fase di costruzione, ma sta durando un po’ troppo, il Milan deve tornare quello che è, per la storia, i tifosi e le ambizioni che ha».  

SU QUEL GOAL ALLA JUVE IN ROSSONERO – «Quel gol mi ha cambiato la vita, è uno dei miei momenti più belli, lo racconterò ai miei figli. Però c’è anche il lato negativo: su di me si sono create troppe aspettative. E quando le cose non andavano bene, ho sofferto. Non ero un fenomeno prima e non sono diventato un brocco dopo, sono sempre uguale, con la voglia di migliorarmi e sentirmi importanti. Ora mentalmente sono più forte, più pronto ad affrontare le aspettative».