Bennacer: «Milan, pronti a vincere contro una big. CR7? Niente selfie»

Bennacer
© foto Ismael Bennacer, 23 anni

In un’interessante intervista a SportWeek, Ismael Bennacer ha raccontato la sua voglia di tornare a giocare con il Milan

In una lunga e interessante intervista a SportWeek, Ismael Bennacer ha raccontato la propria voglia di tornare a giocare per rappresentare il Milan:

«Cosa ci è mancato quest’anno? La vittoria contro una grande. Siamo una squadra giovane, stiamo lavorando per crescere. In campo dobbiamo essere uniti, ancora più compatti, dobbiamo morire uno per l’altro. Un nuovo allenatore? Non ci penso. Penso a finire bene questa stagione, mancano ancora 12 partite alla fine del campionato. Io mi sento pronto, il calcio mi manca tanto».

RELIGIONE – «Per me la religione è tutto. Se domani non dovessi avere più il calcio, mi resterebbe Dio. E’ per questo che non ho paura di niente e nessuno. E non ho colleghi da idolatrare. Li ammiro, ma se incrocio Cristiano Ronaldo o Messi non vado in processione a rendergli omaggio. Quando con l’Empoli giocai per la prima volta contro lo juventino, a fine partite molti miei compagni andarono a chiedergli un selfie. Io no».