Milan in Europa: il commento di uno dei padri fondatori del FPF

© foto www.imagephotoagency.it

E’ ufficiale, il Tas ha accolto il ricorso dei rossoneri: Il Milan giocherà regolarmente l’Europa League il prossimo anno. Ecco il commento sulla vicenda di uno dei padri fondatori del FPF

Sono state settimane di silenziosa sofferenza, ma alla fine giustizia è stata fatta: Il Milan convince il Tas e viene riammesso regolarmente alla prossima Europa League. In merito alla clamorosa vicenda si è espresso ai microfoni di Radio 24 Umberto Lago, uno dei padri fondatori del FFP:

«C’è grande soddisfazione perché è stata un’odissea tra la camera investigativa e la camera giudicante. Questa era l’ultima possibilità, una possibilità in cui si veniva giudicati da un tribunale terzo e questo tribunale ci ha dato ragione. A tutti gli altri club nelle nostre stesse condizioni era stato concesso il settlement agreement, l’esclusione era stata invece comminata al Galatasaray quando aveva rotto l’accordo, il settlement agreement. Di fatto l’esclusione veniva comminata quando veniva fallita anche la seconda possibilità che era data dal settlement agreement. Se a noi l’avessero data subito ci sarebbe sembrato eccessivo. Le condizioni in cui versava il club dal punto di vista proprietario poco certo potrebbero aver influito sul verdetto, ma sono speculazioni.Io credo che si andrà verso il Settlement Agreement che è la cosa più vicina all’esclusione perché ai club che avevano un’importante violazione invece della violazione veniva proposto il Settlement Agreement. Quindi mi pare sia il naturale punto di caduta, L’altra ipotesi è che ci sia un altro sistema di sanzioni da parte della camera giudicante. Ora si apriranno delle trattative tra la UEFA e il club e si vedranno anche le intenzioni della UEFA».

Articolo precedente
BonucciBonucci è il primo ad esultare: «Riconquistato ciò che abbiamo guadagnato sul campo»
Prossimo articolo
SusoMilan, lo sfogo di Suso: «abbiamo sofferto, ma siamo qui e siamo vivi»