Conferenza Conte: zona arancione a tutta l’Italia. Stop al calcio

Giuseppe Conte
© foto Il premier Giuseppe Conte

Conferenza Conte: zona arancione a tutta l’Italia e stop agli eventi sportivi compresi i campionati di calcio

Conferenza stampa del Premier Giuseppe Conte che ha esteso con il decreto “Io resto a Casa” la zona arancione a tutta la penisola e interrotto momentaneamente il campionato di calcio: «Stiamo sperimentando quando difficile è cambiare abitudini. Con il tempo e alla luce delle nostre raccomandazioni, potranno essere modificate e adattate. Ma tempo non ce n’è, stiamo avendo una crescita importante dei contagi e delle persone ricoverate e dei decessi». 

IL DECRETO – «Ho deciso di adottare misure più stingenti perché la saluta pubblica in questo momento è stata messa a repentaglio anche altre esigenze. Il decreto che stiamo adottando si chiamerà “io resto a casa” e riguarderà l’intera penisola. Il decreto estende la zona a rischio per tutta la penisola. Abbiamo adottato misure riguardanti anche le manifestazioni sportive compreso il campionato di calcio, mi spiace dirlo ma anche i tifosi devono prenderne atto. E non consentiremo l’utilizzo delle palestre. Queste misure sono contenute nel decreto che sto per firmare e andrà in Gazzetta stasera ed entrerà in vigore domani mattina».

STOP AL CALCIO – «Non c’è ragione per cui proseguano le manifestazioni sportive, tra cui il campionato di calcio». Il decreto “Io resto a casa” entrerà in vigore domani mattina e si estenderà fino al prossimo 3 aprile come vi avevamo anticipato nel pre-conferenza Conte.

Il Presidente del Consiglio ha deciso con il decreto “Io resto a Casa” così di sospendere il campionato di calcio almeno fino al prossimo 3 aprile in conseguenza all’epidemia Coronavirus che oggi ha aumentato ulteriormente i numeri dei contagi e dei morti in tutto il Paese.