Connettiti con noi

Editoriali

Siete pregati di continuare a sottovalutare questa banda di ragazzini

Pubblicato

su

Il successo ottenuto questa sera dal Milan contro la Fiorentina ha permesso di mantenere il primato in classifica stabilendo un record storico

La vittoria ottenuta questa sera dal Milan a San Siro contro la Fiorentina è l’ennesima conferma della bontà del progetto varato da Gazidis ed Elliott e reso in pratica da Stefano Pioli. Pur con l’assenza dei propri principali “condottieri, il tecnico parmigiano e Ibrahimovic, il Milan ha saputo non sono vincere ma anche convincere in una gara nella quale aveva molto da perdere.

I passi falsi di Lazio, Atalanta e Juventus (in attesa di Napoli-Roma di stasera) hanno aggiunto pressione alla formazione di Daniele Bonera che tuttavia ha dominato sin dal primo minuto la sfida trovando la rete con uno dei giocatori più attesi e criticati degli ultimi tempi: Alessio Romagnoli. La seconda rete di Kessié, e il rigore sbagliato dallo stesso ivoriano, aggiungono solo un po’ di pepe alla cronaca di una partita mai realmente in discussione.

Con il successo di questa sera il Milan raggiunge quota 23 punti in 9 giornate, record nella storia rossonera nell’era dei 3 punti a vittoria, acclarando anche con il dato statistico la propria reale potenzialità. Sì, perché mentre Bonera al termine della partita continua a predicare sacrosanta calma, pienamente nello “stile Pioli”, il Milan non perde in campionato da oltre 8 mesi e segna ininterrottamente almeno un gol a partita da ben 29 gare. Ridurre il tutto al “fattore porte chiuse” o alla “anomalia post-lockdown” sarebbe da ottusi. Il Diavolo è una squadra da scudetto, i ragazzi di Pioli lo sanno già, è l’ora che se ne renda pienamente conto anche l’opinione pubblica? Decisamente sì, ma per favore continuate pure a sottovalutarci.