MN24 – Ibrahimovic lascerà il Milan: ecco le possibili destinazioni

Ibrahimovic
© foto www.imagephotoagency.it

Come svelato da Sinisa Mihajlovic, Zlatan Ibrahimovic lascerà il Milan a fine stagione: ecco le possibili destinazioni dello svedese

Era nell’aria, ma ora c’è anche la conferma: Zlatan Ibrahimovic non sarà un giocatore del Milan in futuro. L’attaccante svedese ha maturato la decisione di lasciare i colori rossoneri al termine dell’annata, ma nonostante i 39 anni suonati, restano tante le possibili destinazioni per lui:

Ritorno in Svezia – La più plausibile resta l’opportunità Hammarby: il club svedese, di cui Ibra detiene la metà della proprietà, l’ha “ospitato” felicemente nel corso degli scorsi mesi facendolo allenare con il resto dei giocatori. Lì Ibra ha lasciato uno splendido ricordo e, secondo alcuni, anche una mezza promessa per il futuro.

Bundesliga – La Germania è l’unico dei 5 campionati Top in cui Zlatan non ha mai giocato: nella giornata di ieri proprio un tweet dello svedese sembra aver aperto ad una possibile avventura teutonica già nella prossima stagione: «Ci vediamo presto».

Bologna – Decisamente più defilata l’opzione Bologna. Sinisa Mihajlovic è un suo grande amico e già la scorsa estate aveva cercato di strappare il sì di Ibrahimovic che poi però decise di tornare al Milan. Il prossimo anno Saputo ci riproverà presentando a Zlatan un progetto decisamente più ambizioso.

Restano dunque aperti diversi scenari riguardo al futuro di Zlatan Ibrahimovic, ma una sembra essere la certezza: il suo futuro non sarà più al Milan. Nella prossima annata i rossoneri affideranno il nuovo progetto tecnico a Ralf Rangnick che, come anticipatovi nelle scorse settimane, ha intenzione di portare a Milanello solo calciatori under 23 in grado di diventare “futuri Ibra” vestendo la maglia del Diavolo. Dopo 3 anni complessivi e un ritorno (l’unico in carriera), il Milan resterà per Ibrahimovic una tappa fondamentale per la creazione della sua stessa leggenda. Peccato soltanto per il finale: sarebbe potuto essere decisamente migliore.