Milan, Caldara? La risposta del giocatore era chiara e facilmente prevedibile

Marotta
© foto www.imagephotoagency.it

Arriva la risposta di Caldara dopo le tante voci relative ad uno scambio tra lui e Bonucci, attenzione però al Chelsea, sempre vigile

Bonucci alla Juventus, Caldara al Milan. C’è l’idea, manca la sostanza. Si perchè come progetto regge in tutto e per tutto, fino a che non si fa i conti con le decisioni dei giocatori. Come è ormai noto, per lasciare partire il capitano, il Milan avrebbe chiesto in cambio alla Juventus Mattia Caldara, difensore centrale classe 1994: anche in questo senso va inquadrato l’incontro di ieri a Palazzo Parigi tra Beppe Riso, agente del giocatore ex Atalanta, e Fabio Paratici, d.s. bianconero. La Juventus riflette e prende tempo, anche perché Caldara fino ad oggi veniva considerato incedibile, alternativa: Benatia come contropartita sempre per Bonucci. Attenzione però al Chelsea sempre in agguato dato l’interesse per Higuain e Rugani: se gli inglesi non dovessero riuscire a sbloccare la trattativa per Rugani, potrebbero virare proprio su Caldara. E proprio quest’ultimo, tirato in ballo improvvisamente con una trattativa lampo (al momento dissolta proprio come una grande luce nel buio ma niente più), attraverso i microfoni di Sky Sport commenta così il clamore mediatico che da qualche ora lo coinvolge e lo travolge: «Sono voci, fanno piacere, ma io sono felice alla Juventus, voglio rimanere qui. Di queste cose se ne occupa il mio procuratore. Io sto bene qui».

Era chiaro come il sole che il giocatore preferisse rimanere a Torino, questa ipotesi l’avevamo accennata proprio ieri, chi vorrebbe venir via da una squadra che punta alla Champions e con un altro campionato praticamente in tasca? Solo chi sarebbe disposto a rinunciare a “tutto” pur di giocare. Certo parliamo sempre del Milan, molto probabilmente il club più affascinante al mondo dal punto di vista storico ma oggi forse conta altro, anche vincere senza giocare o per lo meno senza essere protagonisti. Poi non è detto che Allegri non possa schierarlo come titolare dal primo minuto e farne un punto fermo della nuova difesa bianconera.

Articolo precedente
BonucciMilan, Leonardo e Marotta si incontrano: Bonucci, Caldara e Higuain nomi caldissimi
Prossimo articolo
Milan Badelj, il destino scritto nel suo nome: attenzione però allo Sporting Lisbona