Varato il piano per la nascita del Milan B, Malagò: «Le seconde squadre verranno introdotte entro un anno»

© foto Primavera Milan

Malagò, presidente del Coni, ha parlato della creazione delle seconde squadra sul modello del campionato spagnolo: ecco quanto ci vorrà per assistere ad una gara del Milan B

Intervistato da Sportitalia, il presidente del Coni, Giovanni Malagò ha spiegato quando e come verranno introdotte le seconde squadre dei maggiori club italiani sul modello già varato dalla Liga spagnola: «Quanto ci vorrà per vedere le seconde squadre? Penso giorni. Lo so perché ho assistito ad un incontro tra le varie componenti in Federazione, con il commissario. Uscirà un provvedimento che le sdoganerà, un endorsement definitivo con le squadre. Non so dire se riusciranno a farlo partire già dal prossimo campionato o al massimo tra un anno. Però oramai il discorso è varato e deve andare avanti. E penso sia una cosa buona per tutti, che aiuta molti ragazzi tesserati di Serie A a non essere solo pagati, ma a capire se c’è tra questi qualcuno, possibilmente italiano, che possa fare bene. Darà anche opportunità al campionato di Lega Pro di valorizzarsi e questo è importante, magari integra qualche posto che si è liberato negli anni per le note vicende di qualche società».

Una possibilità in più dunque per Milan e altri top club nostrani di valorizzare al meglio il proprio patrimonio tecnico senza rischiare di dissipare il talento dei giovani calciatori in campionato e realtà minori finendo spesso nell’ombra. La creazione del Milan B, se applicato come il modello spagnolo insegna, potrebbe condurre ad un aumento dei club che partecipano al campionato cadetto: le seconde squadre, come avviene per Real e Barcellona, non avranno la possibilità di essere promossi in massima divisione ma permetteranno alle società più facoltose di veder crescere i propri talenti in un campionato realmente competitivo.

Articolo precedente
Romagnoli infortunioMilanello, si punta al recupero di Romagnoli: già tra i convocati con il Verona?
Prossimo articolo
borini-esultanza-milanMilan, la situazioni dei prestiti tra obblighi e riscatti: chi resta e a che prezzo?