Serie A in chiaro? Rifiuto della Lega. Gravina: «Ci sono due vincoli»

Gravina
© foto www.imagephotoagency.it

La Lega Serie A ha detto no alla proposta del governo di trasmettere in chiaro le prossime partite di campionato

Gabriele Gravina, presidente della Federcalcio, intervenuto a Porta a Porta ha spiegato i motivi dietro il rifiuto da parte della Lega Serie A di trasmettere in chiaro le prossime partite di campionato. Queste le sue parole:

«Partite in chiaro? La Lega ha detto no perchè ci sono due vincoli: uno di tipo normativo e uno di rispetto per alcuni vincoli contrattuali che sono già stati assunti. La Lega insieme ai licenziatari ha tutti gli elementi per poter valutare in maniera approfondita. Certo, l’idea del ministro Spadafora, in un momento così importante e delicato per il nostro Paese, avrebbe dato un momento di maggiore distensione sociale, sicuramente ne abbiamo bisogno».