Connettiti con noi

HANNO DETTO

Messias a Sky: «Sono qui perchè me lo merito, basta parlare di favole»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Junior Messias, autore di una doppietta nella vittoria di questa sera contro il Genoa, ha parlato nel post-partita: le sue parole

Junior Messias ha parlato ai microfoni di Sky Sport nel post-partita di Genoa-Milan. Le sue parole:

SULLA SUA STORIA: «Sono al Milan perchè me lo sono meritato, non si deve più parlare di favole o di quello che facevo prima. Parliamo del calcio di adesso».

SUL RUOLO PREFERITO: «Io lavoro sempre per la squadra dando il meglio in qualsiasi posizione. Da esterno a trequartista non mi cambia nulla».

SUL CONFRONTO CON MALDINI E IBRA: «Quando arrivi a questo livello ti devi abituare, giochi contro giocatori che hanno fatto la storia. Qui ci sono Ibra, Maldini e Dida che hanno fatto la storia del calcio».

SUL LIVELLO DELLA SERIE A: «Ti devi adattare a tutte le categorie e a tutte le squadra, sia con giocatori meno bravi che più bravi. Nel Milan tocchi meno palloni, ti devi adattare. Dipende dalle situazioni».

SULL’ITALIA: «Non posso giocare con la nazionale italiana, non ho ancora il passaporto».

SUL TRASFERIMENTO ESTIVO: «Ho vissuto tranquillamente, ho fatto lavorare il mio agente. Quando non riesci a fare il ritiro arrivi con un pò di ritardo di condizione e magari con un pò di stress poi arrivano gli infortuni che ho avuto nei primi mesi».

SUL PARAGONE CON RONALDINHO: «Ogni giocatore ha la sua storia, sono un calciatore diverso da Ronaldinho».