Giampaolo, chiudere in fretta: c’è già un nome di mercato

© foto www.imagephotoagency.it

Giampaolo al Milan, sono ore decisive, caldissime, c’è fretta di chiudere per buttarsi sul mercato dove spunta anche il primo nome

Giampaolo e la firma sul nuovo contratto rossonero, a casa Milan non aspettano altro, prima di buttarsi sul mercato che di sicuro corre come il tempo e non aspetta nessuno. Sembra non esserci più dubbio in merito al passaggio del tecnico dalla Sampdoria al Milan  con Giampaolo che ormai sta solo aspettando la chiamata che lo porterà a porre la firma su un un biennale da 2 milioni di euro a stagione con opzione per il terzo, come riportato da ‘Tuttosport’.

POI SUBITO A LAVORO- Smaltita la burocrazia, sarà poi tempo di mettersi a lavoro insieme a Maldini ovviamente, anche lui pronto ad ufficializzare il suo nuovo ruolo da direttore tecnico, così come Moncada, attuale capo scout che nel prossimo futuro giocherà un ruolo sempre più influente all’interno del club rossonero.

UN NOME NUOVO SUL MERCATO- Non sarà un mercato da spese folli almeno per quest’anno, lo sa bene il tecnico che dopo la firma dovrà studiare un piano preciso soprattutto relativo alle cessioni illustri. Dunque sarà subito battaglia con la società per decidere se vendere o meno giocatori del calibro di Donnarumma e Suso, attenzione in entrata a Jeff Reine-Adelaide, centrocampista classe 1998. In forza All’Angers, nell’ultima stagione è stato impiegato anche come esterno d’attacco, un talento abile anche nel ruolo di trequartista, l’ideale nel 4-3-1-2, modulo di base nelle idee di Giampaolo.

GAZIDIS LO CONOSCE BENE- Il Milan lo ha osservato attentamente negli ultimi mesi, attratto dalla sua duttilità e soprattutto dalla giovane età. Gazidis conosce molto bene il ragazzo, data la sua esperienza all’Arsenal dal 2015 al 2018. L’operazione richiederebbe uno sforzo al Milan pari a 15 milioni di euro, ovviamente si proverà a trattare ma al momento non pare essere una cifra così proibitiva. Molto dipenderà dall’Europeo Under 21, nel quale Reine-Adelaide sarà impegnato con la sua Francia. Nel caso in cui dovesse disputare un torneo da protagonista, il costo del cartellino non solo potrebbe non essere più trattabile ma potrebbe subire una forte impennata.