Gattuso sulle prestazioni della squadra: «Crisi degli attaccanti? Non è un caso che Bonaventura segni tanto»

© foto www.imagephotoagency.it

Gennaro Gattuso ha così parlato all’indomani della sfida vinta a Bologna dei problemi segnalati in attacco. Il tecnico calabrese prepara con fiducia la sfida contro l’Hellas

Gennaro Gattuso, allenatore del Milan, ha così parlato a Milan Tv dopo la sfida contro il Bologna, vinta per 2-1: «La risposta c’è stata, non era facile come partita, visto che arrivavamo da una settimana con un po’ di tensione e da una prestazione non entusiasmante contro il Benevento. Nella prima mezz’ora da tutte e due le parti abbiamo avuto ritmi blandi, noi abbiamo fatto molto meglio nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo e nei primi 15 minuti del secondo tempo. Abbiamo avuto tantissime occasioni e non le abbiamo sfruttate. Il rammarico più grande è aver permesso al Bologna di rientrare in partita, fallendo tante occasioni prima».

I GOL DI CALHA E BONAVENTURA – «Non è un caso che Bonaventura sia il nostro capocannoniere (insieme a Cutrone, ndr). Il rammarico più grande sono le occasioni non sfruttate di Suso e Cutrone, ma l’importante è arrivarci e capire come possiamo fare male agli avversari. Siamo stati bravi negli inserimenti con i centrocampisti».

SU MILAN – VERONA «All’andata venivamo da un gol preso al 95° contro il Benevento, avevamo il dente avvelenato e poi il Verona ci ha fatto 3 pappine. Di stimoli ne abbiamo abbastanza, sia per quello che ci stiamo giocando anche per una questione di rivalsa, per come ci hanno battuto. Dobbiamo recuperare energie e pensare a quando avevamo perso quella partita com’era il nostro stato d’animo».

Articolo precedente
deulofeuDeulofeu rompe totalmente col Barça, il Milan può riaverlo a basso prezzo
Prossimo articolo
Max MeyerCalciomercato Milan, parla Meyer: «Ultimamente mi sono sentito bullizzato»