Conferenza Krunic: «Felice di essere rimasto. Posso fare più gol»

© foto www.imagephotoagency.it

Conferenza Krunic, il centrocampista bosniaco accompagnerà oggi Stefano Pioli nelle consuete dichiarazioni alla vigilia di Milan-Sparta Praga

Rade Krunic accompagnerà oggi Stefano Pioli nella consueta conferenza stampa alla vigilia di Milan-Sparta Praga. Ecco le sue parole:


Krunic in conferenza

FIDUCIA«La fiducia e le parole della dirigenza mi hanno fatto ovviamente piacere. Il mister mi ha detto che conta su di me e questo significa tanto dopo la sfortunata dell’anno scorso in cui ho avuto tanti infortuni. Tutti mi hanno fatto capire di credere in me e posso dare ancora tanto al Milan».

RUOLO«Sicuramente mi piace anche giocare come trequartista perché l’ho fatto anche ad Empoli. Il mio ruolo preferito è mezzala ma in questo modulo non c’è, posso comunque fare bene sia come mediano che come trequartista. Rispetto ad Hakan ho caratteristiche diverse ma posso dare il mio contributo in ogni posizione in cui decide di schierarmi il mister».

PIOLI«Il mister chiede sempre il massimo da tutti i calciatori così come da me. Sono un professionista che fa sempre tutto il possibile per fare bene, l’inizio al Milan non è stato facile perché non giocavo ma poi gradualmente il mister mi ha dato fiducia. Se sono rimasto qui è anche merito suo. L’importante è dare il massimo».

SPARTA PRAGA – «Ci aspetta una partita difficile contro una squadra che non abbiamo ancora analizzato bene ma che sicuramente approfondiremo stasera e domani. Il problema è appunto il fatto di non conoscere lo Sparta come una formazione di Serie A, questa è una bella differenza ma nelle prossime ore ci prepareremo bene alla partita sperando di vincere domani e continuare a fare bene in questo girone. Sappiamo che è una squadra intensa che mette tanto ritmo, sappiamo che non sarà una partita facile ma anche noi abbiamo queste caratteristiche». 

ANCORA SUL RUOLO – «Il ruolo mi piace perché sono più vicino alla zona gol come fatto vedere a Glasgow. Se c’è bisogno però sono disponibile ad essere schierato in qualsiasi ruolo. Dipende ovviamente dalla partita e dall’approccio che chiede il mister».