Bakayoko, possibile ritorno al Milan: può dipendere da Kessie

Bakayoko
© foto www.imagephotoagency.it

Bakayoko ormai al Chelsea sogna le notti rossonere, al Milan si è trovato bene e tornerebbe volentieri, ora che in Inghilterra soffre un po’

Bakayoko al Milan e Kessie al Monaco, potrebbe sembrare una follia ed invece è quanto riporta questa mattina Tuttosport, ovvero la clamorosa possibilità che si concretizzi un passaggio del genere dopo le vicende che hanno chiuso la scorsa stagione nel peggiore dei modi. Dunque il centrocampista francese riadattato da Gattuso a “quinto di difesa” porterebbe tornare nuovamente a vestire la maglia rossonera.

NEL RAMO DELLE IPOTESI- Al momento è solo un’ipotesi, ma il club vuole farsi trovare pronto nel caso in cui si concretizzasse la cessione dell’ivoriano al Monaco. Bakayoko conosce il Milan e viceversa ma non conosce Giampaolo…e viceversa. In campo non può essere considerato una mezzala di qualità tanto da sostituire Kessie ma il Milan in questo momento è un cantiere aperto e nessuno è più sicuro del proprio ruolo. Tiemoue ha fatto già sapere che tornerebbe volentieri a giocare nel Milan, squadra con la quale si era trovato molto bene, malgrado qualche episodio non particolarmente brillante extra campo. Nel rettangolo verde però si è sempre comportato bene, anzi, collocandosi spesso tra i migliori in fase difensiva.

KESSIE ED IL TEMPO GLI ALLEATI- Come detto, però, tutto dipende dalla cessione di Kessie al Monaco. Il club francese mette sul piatto 25 milioni di euro più bonus, con il Milan che riflette nonostante il tempo ormai sia agli sgoccioli. Il giocatore però non sembra convinto della destinazione e dunque avrebbe chiesto uno stipendio molto alto. L’ex Atalanta attualmente guadagna 2.2 milioni, ma per giocare in Ligue 1 ne vorrebbe più di 4. Un altro elemento importante riguarda la considerazione di Lampard nei confronti di Bakayoko, non particolarmente esaltante, per essere eufemistici.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ready ✊🏾⏳🕰 #workhard #godonly

Un post condiviso da Tiemoué Bakayoko 14 (@bakayoko_official14) in data: