Connettiti con noi

HANNO DETTO

Vlahovic: «Ibra un grande campione, ma non sono il suo erede»

Pubblicato

su

Dusan Vlahovic parla così del paragone con l’attaccante del Milan Zlatan Ibrahimovic ai microfoni di Telegraf

Dusan Vlahovic, bomber della Fiorentina, si è raccontato ai microfoni del quotidiano serbo Telegraf. Ecco alcune sue dichiarazioni.

FIORENTINA – «La partita contro il Milan è stata come un sogno ma come in ogni attività, anche nella nostra, quello che è successo è già stato dimenticato e la cosa più importante è quello che deve ancora venire. Il giorno dopo la partita c’era euforia, ma abbiamo iniziato subito a prepararci per la prossima partita con l’Empoli».

IBRAHIMOVIC – «Non mi sento il suo successore. Lui è un grande campione, uno degli attaccanti migliori e se vediamo a tutto quello che ha fatto, ho ancora molta strada da fare per avvicinarmi al suo livello. Il fatto che giochi ancora ai massimi livelli la dice lunga su di lui, sulla sua fame di successo e sul suo carattere. È un grande esempio per tutto quello che fa e per l’energia che ci mette. Io cerco di fare il mio percorso, di lavorare il più possibile su me stesso, di migliorarmi e ottenere i migliori risultati possibili, spero di potermi avvicinare a lui in futuro. A fine gara mi ha detto di andare avanti così e non mollare mai, giocare contro il Milan è speciale per me».