Pioli: «Il Milan ha assenze importanti, Simeone decisivo»

© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico della Fiorentina Pioli alla vigilia della sfida con il Milan sottolinea che i rossoneri hanno tanti assenti ma che comunque bisognerà metterci impegno per trovare i tre punti

La Fiorentina nelle ultime due partite ha ottenuto una vittoria e un pareggio. Attualmente i Viola si trovano ad appena 3 punti dal quinto posto che vale l’accesso alla prossima edizione dell’Europa League e l’obiettivo è proprio quello di sfruttare il momento favorevole per scalare posizioni in classifica. Il tecnico Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Milan di domani sottolineando l’importanza della sfida con i rossoneri: «Tutte le gare sono importanti. Ci manca una vittoria in trasferta e vogliamo ritrovarla. Il Milan ha assenza importanti ma le squadre che hanno giocatori out danno sempre qualcosina in più. Dovremo riuscire anche noi a mettere qualcosa in più, anche se recupereremo calciatori fondamentali. La squadra sta bene, ha ritrovato la vittoria e questo può dare ulteriori motivazioni».

Pioli ha poi parlato del rapporto incrinato tra i tifosi e Giovanni Simeone dopo la vittoria sull’Empoli e anche della delusione per non aver avuto la possibilità di sostituire i rossoneri in Europa per il ribaltamento delle sentenza Uefa da parte del TAS di Losanna: «Il Cholito si è allenato bene, sempre determinante per la squadra e i gol sono importanti. Ha sbagliato, è stato il primo ad ammetterlo. Sbagliare è umano. Ha chiesto scusa e ora dobbiamo voltare pagina. Lui è uno che ha un gran cuore e deve continuare a dimostrarlo. La gara di domani è importante, conta tanto perché la classifica è corta. Per quel che riguarda il TAS non è certo colpa del Milan se è successo quello che è successo». Infine, Pioli ha parlato di alcuni giocatori: «La squadra sta bene, non ci sarà Diks, l’unico non convocato. Pjaca? Bisogna togliergli pressione, può essere positivo per lui. Mercato? La società conosce le mie valutazioni».