Pellegatti: «Ibra è un’icona, farebbe bene a Piatek e Leao»

Carlo Pellegatti
© foto Instagram @Pellegatti

Carlo Pellegatti ha spiegato le motivazioni per cui il Milan dovrebbe assolutamente aggiudicarsi Ibrahimovic

Carlo Pellegatti, storico giornalista e noto tifoso di fede rossonera, ha parlato ai microfoni di Sky Sport 24 del possibile ritorno al Milan di Zlatan Ibrahimovic. Queste le sue parole:

«C’è una percentuale dell’86% di tifosi che vorrebbero Ibrahimovic al Milan. Ibra è un’icona, un’essenza, un qualcosa che entra nello spogliatoio. Il Milan ha bisogno di questa scossa. Ibra esula dal giocatore, e sul piano tecnico ti volevo dare una notizia: l’altro giorno ho visto una partita del campionato americano, Los Angeles FC-Los Angeles Galaxy. Il 25 ottobre ho visto questa partita e posso dire che il signor Ibrahimovic non si muove molto in area, ma tre sconti aerei li ha vinti tutti, due scontri omero contro omero li ha vinti tutti, ha messo tre giocatori davanti al portiere fra cui un gol, e poi ha segnato un gol mandando in confusione i due difensori. Tanta roba. Poi pressare tutti i giocatori forse non lo faceva neanche prima, però sul piano fisico Pellegatti garantisce. È una sciocchezza dire che Piatek e Leao ne soffrirebbero. Perché per Piatek avere di fianco uno come Ibrahimovic gli permetterebbe di ricevere molti più palloni. Io vedrei bene un Calhanoglu dietro Piatek ed Ibra. Per me Piatek e Leao verrebbero esaltati. I ritorni come quelli di Kaká, Sheva e Gullit non sono andati bene ma io ho goduto tanto. Immagino quando l’altoparlante di San Siro annuncia l’ingresso di ibrahimovic: boato del pubblico ma soprattutto preoccupazione degli avversari. Per me un suo ritorno sarebbe un sogno spettacolare».