Connettiti con noi

Editoriali

Milan, crisi scongiurata. Ora anche lo United deve avere paura

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Il Milan batte la Roma nella sfida-Champions e resta attaccato al treno Scudetto. Ora anche a Manchester hanno paura del Diavolo

Il Milan visto in campo contro la Roma ha ricordato, nell’approccio e l’atteggiamento, la squadra che con Pioli alla guida ha “dominato” il campionato di Serie A da un anno a questa parte. I passi falsi compiuti contro Spezia, Stella Rossa e Inter avevano compromesso non solo la classifica ma anche (e oserei dire soprattutto) la consapevolezza dei giocatori in rossonero apparsi l’ombra di ciò che erano stati.

All’Olimpico è invece un gran Milan che fa la partita strapazzando la Roma per buoni 20 minuti e sfiorando almeno 5 nitide palle gol non capitalizzate. Pressione alta, palleggio orizzontale-verticale e una ritrovata quadratura difensiva (grazie Tomori) hanno ridato al Milan coraggio e voglia di osare. Saelemaekers e Rebic, opachi giovedì in Europa League, sono stati tra i migliori in campo: dai piedi dei due “redivivi” nasce il gol partita siglato dal croato sotto lo sguardo attento di Pioli e dell’acciaccato Zlatan Ibrahimovic seduto per l’occasione in panchina.

Dopo l’ironia in seguito al sorteggio di Nyon da oggi per il Milan la sfida di Europa League contro il Manchester United non è più una missione impossibile ma l’ennesima occasione per dimostrare la propria forza. Ora anche all’inferno hanno paura del Diavolo.