Maldini: «L’obiettivo non può che essere la Champions. Soddisfatti del mercato»

Maldini
© foto Paolo Maldini, ds del Milan

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, Paolo Maldini, direttore tecnico e sportivo dei rossoneri hanno parlato del calendario di Serie A 2020/21

Paolo Maldini ha così commentato ai microfoni di Sky Sport il calendario di Serie A appena sorteggiato: «Milan-Bologna alla prima? Spero di fare meglio rispetto al precedente con me in campo. Inter alla quarta? L’anno scorso abbiamo perso immeritatamente, speriamo di fare meglio quest’anno».

IL CALCIOMERCATO – «Il mercato è partito ieri ma ci siamo portati avanti con alcune operazioni: la più difficile è stata sicuramente il rinnovo di Ibra, che era la nostra priorità, mentre le altre si sono create strada facendo e inaspettatamente. Brahim Diaz può variare su tutto il fronte offensivo, nelle tre posizioni davanti può fare la differenza».

IBRA –«L’importanza di Zlatan non è solamente quello che fa in campo ma anche il livello di competitività che ha saputo instaurare a Milanello. Sappiamo che ha 38 anni e lo sa anche lui ma io sono l’ultima persona che può parlare di questo visto che ho vinto la mia ultima Champions a 39 anni e sono stato eletto miglior difensore della competizione». 

CHAMPIONS – «L’idea è rientrare tra le prime quattro, non è un obiettivo dichiarato ma siamo convinti che centrando quell’obiettivo potrebbero cambiare tante cose».

MODELLO GIOVANI E NON SOLO – «Ci sono ragazzi che sono pronti prima e ragazzi che hanno bisogno di più tempo per ambientarsi. La linea che abbiamo tracciato è molto chiara: sappiamo che non esiste un modello di squadra di successo composta solo da ragazzi giovani e sappiamo che dovremo saper abbinare anche giocatori di esperienza. il nostro ingaggio è sceso in maniera sostanziale, dobbiamo riuscire ad abbinare tutte queste componenti».