Giacinti a MilanTv: «Derby? Emozioni che ti restano dentro»

Giacinti
© foto www.imagephotoagency.it

Giacinti ai microfoni di Milan Tv ha riposto alle domande in merito alla prossima sfida di campionato, ovvero il derby. Ecco le risposte

Giacinti intervista dai microfoni di Milan Tv ha voluto rispondere alle domande inerenti soprattutto alla prossima giornata di campionato, ovvero la delicata ed emozionante sfida contro l’Inter. Ultimo step in vista del match dopo la carica social suonata dall’account stesso rossonero di Instagram.

Il derby a livello emotivo – «La prima sensazione che mi viene in mente è emozione, affrontare un derby è qualcosa di unico. Sono emozioni che ci resteranno dentro»

Il derby dei sogni – «Il derby dei miei sogni lo immagino con una stadio pieno. Con la voglia e la cattiveria di voler lottare su tutti i palloni, con il pubblico che ci trascina e speriamo di riuscire a fare un bel calcio perché abbiamo bisogno di trasmettere anche questo»

Derby preferito – «Mi ricordo quello del gol di Ronaldinho del 2008, è stato un derby fantastico. Mi è rimasta impressa soprattutto la sua esultanza»

Il tuo gol preferito nel derby – «Preferisco quelli di Pippo Inzaghi, perché è più nelle mie caratteristiche fare gol del genere»

Che Inter ti aspetti – «Sicuramente troveremo un’inter più agguerrita e più forte in ogni reparto. Troveremo un’inter che ha voglia di vincere il derby. Sicuramente noi andremo per fare la nostra partita sfruttando al meglio le nostre caratteristiche»

La preparazione al match di Ganz – «Il mister è molto tranquillo. Stiamo lavorando sulla nostra squadra. Siamo tutte tranquille, andremo ad affrontare una squadra forte quindi è normale che siamo concentrate, come nelle altre partite»

Come si vince il derby – «Per vincere un derby servirà intelligenza, compattezza, dimostrare che siamo unite e mostrare la stessa squadra che abbiamo fatto vedere a Roma»

Pur di vincere il derby sei disposta a… «Sarei disposta a qualsiasi cosa, però facciamo che se dovessimo vincere il giorno dopo la partita torno a casa a piedi dall’allenamento»