Galliani: «Savicevic muscoli di seta, ma nel ’94 ci ha trascinati in finale di Champions»

© foto Dejan Savicevic, il genio rossonero

L’ex amministratore delegato del Milan Adriano Galliani ha ricordato le gesta di Dejan Savicevic e le sue caratteristiche

Adriano Galliani, ex amministratore delegato del Milan, è intervenuto sui canali rossoneri in una doppia intervista insieme a Demetrio Albertini. Tra le varie tematiche trattate, Galliani si è soffermato sul suo racconto di Dejan Savicevic. Queste le sue parole:

«In quel momento soffriva il fatto di giocare sì e giocare no. Poi era spesso infortunato perché aveva dei muscoli di seta. Ma la svolta arriva quando con Desailly cambiamo l’assetto tattico. Boban non fa più il centrocampista centrale ma viene spostato sulla sinistra, facciamo un 4-4-2 o 4-2-4 con Donadoni a destra e Boban a sinistra; Albertini e Desailly al centro, e davanti le due punte diventano Massaro e Savicevic»

La rivoluzione tattica – «Diventa questo l’assetto tattico con cui andiamo a vincere tutto, un assetto tattico meraviglioso che ci ha portato a tutte quelle partite trionfali che abbiamo fatto quell’anno. Savicevic diventa una delle due punte e ci trascina alla finale, e gioca molto molto bene anche nella finale. Era un bellissimo modulo, con Boban che non era nel suo ruolo ma anche Carletto Ancelotti nel’89 contro il Real giocò a sinistra. Quando il giocatore è forte ed è intelligente può giocare ovunque».