Ecco le parole di Pioli in merito al rinvio di Milan-Genoa e Coronavirus

Pioli
© foto Stefano Pioli, tecnico del Milan

Pioli ha parlato innanzi le telecamere di MilanTv in merito al rinvio di Milan-Genoa, la situazione dei suoi giocatori e il coronavirus

Ecco le parole di Stefano Pioli in merito alla decisione di rinviare Milan-Genoa e altre quattro partire, sul Coronavirus e le condizioni fisiche della sua squadra.

Coronavirus Una situazione un po’ difficile, all’inizio l’hanno estremizzata, adesso cercano di riportare tutto alla normalità, speriamo si risolva il prima possibile. Vedere Milano con così poca gente è una situazione che fa male, la salute viene prima di tutto ma prima torniamo alla normalità ed è meglio per tutti. Non mi riferisco solo allo sport.

Rinvio Milan-Genoa Il calcio è passione, emozione, a porte chiuse non c’è, mi ero preoccupato per tutta la settimana fare capire a questi ragazzi com’è giocare senza tifosi, sono contento non si giochi ma si poteva decidere prima.

Donnarumma Sta meglio, oggi si allena con la squadra, per mercoledì c’è qualche possibilità in più.

Ibrahimovic Lui è diventato un campione ed un giocatore unico per il talento, per la sua ambizione, per la voglia di puntare sempre a sfide nuove, dobbiamo cercare di non farci prendere e mettere in campo il nostro massimo, soltanto con questa motivazione si possono ottenere cose importanti.

Rebic Non è vero che le scelte le fa l’allenatore, o è vero solo in parte, le scelte le fanno i giocatori, quando sono disponibili e determinati hanno più possibilità di essere scelti. Ante sta attraversando un momento importante e ci è arrivato attraverso il sacrificio, deve continuare così.

Gabbia Euna bella situazione, dimostra che il Milan sta guardando al futuro, mi è piaciuto come la squadra abbia accolto un giovane alla prima esperienza, è una risorsa in più, è un ragazzo serio con grandissime qualità.

Stagione Un viaggio fatto di momenti positivi e negativi, non è tanto importante quello che abbiamo fatto fino ad oggi ma è importante lasciare delle impronte, c’è ancora tanto da fare.

Squadra Avrei voluto giocare perché la squadra si è allenata molto bene, i test fisici hanno dato buoni risultati, dobbiamo spingere e cercare di fare bene da qui alla fine.