Derby, Gattuso manca l’obiettivo: lo 0-0 sfuma soltanto per pochi secondi

Higuain e Calabria
© foto www.imagephotoagency.it

L’Inter vince il Derby, il Milan perde malamente la peggior gara da inizio stagione in favore di una squadra sempre più concreta

Finisce esattamente come era iniziato il Derby rossonero, ovvero nel peggiore dei modi, l’Inter fa la partita in tutto e per tutto, 90 minuti di possesso palla, difesa alta e pressing a tutto campo, fino al goal finale con quel disastro difensivo che ormai si verifica puntuale dalla prima giornata di campionato. La gara sembrava dover finire sullo 0-0, dunque la prima per il Milan senza goal subiti ed invece Icardi trova il tempo per sfruttare un assist meraviglioso di Vecino ed una dormita pazzesca di Donnarumma e Musacchio, con Abate spettatore non pagante. Il primo tempo ai punti termina nettamente in favore di Spalletti, nella ripresa ci si aspetta un Milan diverso ed invece non cambia nemmeno negli interpreti se non con l’ingresso di Cutrone a far l’esterno d’attacco (???) nel 4-3-3 al posto di uno spento CalhanogluBakayoko va poi a dare il cambio a Kessie (tra i migliori), il risultato è un cartellino giallo ed una presenza fantasmagorica che gli vale un’altra insufficienza. Con il passare dei minuti si intuisce sempre di più l’intento di Gattuso, ribadito poi tra le righe anche nel dopo partita: chiudere il match sullo 0-0 palesando di fatto un’inferiorità che di certo non può portare ai piani alti formato Champions. L’Inter in questo momento è decisamente più squadra, il Milan ha ancora paura ed una mentalità da metà classifica, da chi va a giocare con una squadra più forte e si chiude nella propria metà campo per portare a casa il pareggio. Anche il gioco espresso dal centrocampo rossonero dimostra una passività irritante: lento, prevedibile, mai in verticale destinato al palleggio sterile e allo scorrere del tempo fino al novantesimo.

SE FOSSE FINITA 0-0- Tutti contenti ovviamente tranne l’Inter che di occasioni per vincerla ne ha avute dall’inizio alla fine. Gattuso avrebbe raggiunto dunque l’obiettivo, ovvero portare a casa il pareggio e come dichiarato nel post partita avrebbe potuto considerare tutte le cose belle (che ha visto solo lui) espresse durante la gara. Da come è scesa in campo la squadra viene quasi il dubbio che il tecnico sia partito fin dall’inizio con l’idea di non perderla perchè tutto il bel gioco espresso fino alla gara con il Chievo si è improvvisamente dissolto, come se l’intento fosse solo quello di far passare il tempo. Uno spettacolo che di certo i tifosi non meritano, al di là dell’errore finale che comunque evidenzia un limite difensivo e che conferma il goal subito ad ogni partita.

Articolo precedente
GattusoGattuso: «Abbiamo avuto le nostre occasioni, ci sono state anche tante cose positive»
Prossimo articolo
Biglia, la verita sul contrasto con Nainggolan: «Nulla di volontario. Mi ha colpito lui»