Connettiti con noi

HANNO DETTO

Cuadrado: «Obiettivi? C’è un minimo oltre il quale non si può scendere»

Alessandro Sgamma

Pubblicato

su

Rebic

Cuadrado, terzino della Juventus, ha parlato in occasione di un evento il Liceo Scientifico e delle Scienze Applicate S.Anna

Cuadrado, terzino della Juventus, ha parlato in occasione di un evento il Liceo Scientifico e delle Scienze Applicate S.Anna per parlare di Covid ma anche di temi legati all’attualità bianconera.

JUVENTUS – « Il Mister sta facendo un grandissimo lavoro, non è facile arrivare in un top club. Ci sono cambiamenti e giocatori nuovi, dobbiamo avere pazienza. Non è colpa sua, siamo noi che andiamo in campo. Noi abbiamo perso dei punti che non dovevamo e per questo ci troviamo in questa situazione. Dobbiamo crederci fino alla fine e provare a fare più punti possibile.

RONALDO – «È uno dei migliori al mondo, come Dybala. È un professionista da cui c’è solo da imparare. È un esempio per la voglia che mette in ogni partita e allenamento»

DERBY – 1Speriamo di vincere, non dobbiamo avere paura. Ci alleniamo per scendere in campo con voglia e per fare un buon risultato»

CHAMPIONS – «È il calcio, la gente pensa sia facile ma non lo è mai. Quando non raggiungi un sogno non è perché sei scarso. Bisogna lavorare finché non ce la fai. Continueremo a farlo e sperare che tocchi a noi. Sono fiducioso che essendo una grandissima squadra potremo riuscirci» R

RONALDO ALLA JUVE – «Non ci credevo. Sono contento che sia nella mia squadra. Quando gli ho dato il 7? Per me non era importante, per me conta giocare. È più importante dare che ricevere

OBIETTIVI – «Vincere queste ultime partite e cercare di stare nei primi posti per raggiungere la Champions. La finale di Coppa Italia è importante visto che siamo usciti dalla Champions. Derby? Ce la metteremo tutta, non è lo stesso senza i nostri tifosi ma daremo il 100% perché ci sosterranno dalla tv».

Advertisement