Conte pone dubbi sul proprio futuro al Chelsea, Fassone lo chiama

Antonio Conte
© foto www.imagephotoagency.it

Antonio Conte, neanche troppo a sorpresa, riapre ad un eventuale addio al Chelsea già al termine della propria stagione, Fassone e Mirabelli sondano il terreno perché per loro avere Conte sulla panchina del Milan sarebbe una garanzia

Dopo le recenti polemiche con Mourinho e la dirigenza Blues, Antonio Conte, tecnico del Chelsea, ha nuovamente aperto ad un possibile addio allo Stenford Bridge già per giugno  «Se lascio il Chelsea a giugno? Tutto è possibile: ho un altro anno di contratto qui, ma nel calcio tutto cambia da un giorno all’altro. Un giorno magari sei qui, un altro giorno c’è già un altro allenatore seduto sulla tua panchina».

Antonio Conte, com’è ormai noto, è il profilo ideale individuato dalla società milanista per costruire un progetto tecnico di sicuro affidamento che possa rialzare la testa sia nel massimo campionato italiano che in Europa. L’allenatore pugliese, inoltre, ha in diverse occasioni manifestato il proprio interesse a tornare in Italia e magari riabbracciare vecchi pupilli del suo passato, uno su tutti: Leonardo Bonucci.

Nei mesi scorsi ci sarebbero stati diversi abboccamenti, più o meno formali, tra la dirigenza rossonera e l’attuale allenatore del Chelsea. Le due parti non hanno ancora formalizzato nulla ma la stima reciproca e la curiosità da parte del tecnico salentino di abbracciare un progetto oggettivamente stimolante come quello rossonero potrebbe fare la differenza già da giugno.

Del futuro di Antonio Conte al Milan e tanto altro ha parlato il direttore di MilanNews24 Mario Labate nel corso della trasmissione Alta Quota in diretta ieri sera sul Digitale Terrestre:

Tutti i pronostici e le quote 💰#PremierLeague 🇬🇧#LaLiga 🇪🇸#Ligue1 🇫🇷#Bundesliga 🇩🇪📈 #AltaQuota📺 Acqua (canale 65)🗓 martedì e giovedì⌚ ore 20:00

Posted by Oddschecker Italia on Donnerstag, 11. Januar 2018

Articolo precedente
san siroFuturo San Siro, incontro cruciale il 5 febbraio con Milan e Inter presenti
Prossimo articolo
paletta milanClamoroso dietrofront, Paletta vuole rimanere al Milan