Conferenza Saelemaekers: Tutte le parole del nuovo acquisto rossonero

© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan oggi alle 12.30 presenta ufficialmente in conferenza stampa Alexis Saelemaekers esterno belga arrivato dall’Anderlecht

Oggi ci sarà la presentazione ufficiale di Saelemaekers, che sosterrà la conferenza stampa a Milanello alle ore 12:30. Sarà interessante sentire le dichiarazioni del giocatore sul suo trasferimento in maglia rossonera. La conferenza si può seguire sull’ App AC Milan.

12.30 Inizio conferenza stampa

Sull’esordio: «Si sicuramente è stato un momento importantissimo, un sogno, sono molto contento di aver potuto giocare i primi minuti domenica. Quando sono entrato nello spogliatoio del Milan si sente, si percepisce la professionalità. Tutto ciò suscita voglia di lavorare e ammirazione.»

Su Gerets: «Per essere onesto non ho mai conosciuto Gerets, è stato sicuramente un esempio ed è bello sapere che c’è stato un belga prima di me.

Sull’Anderlecht e il progetto giovani: «Assolutamente sì, anche nell’Anderlecht si privilegiano i giovani. Ho potuto beneficiare di una formazione eccellente e sono riconoscente al mio club. Cerco anche io di lavorare anche sotto l’aspetto psicologico.»

Sul derby con il Brugge e poi quello imminente: «Si un derby è sicuramente una partita importante e fa piacere giocarle. Sono le partite dove vengono fuori i grandi giocatori. Spero di poter giocare e aiutare il club.»

Sull’esordio da terzino: «Sono entrato come terzino, è un ruolo che mi piace, posso giocare bene ma penso di poter lavorare bene anche a livello offensivo. Cerco sempre di giocare al massimo per aiutare i compagni.»

Sul ruolo e la sua miglior caratteristica: «Non ne ho ancora parlato bene col mister, ma da quello che ho capito hanno un piano preciso per me. Il cross, secondo me sono bravo a fare assist. La mia principale caratteristica è fare i cross. »

Sulla squadra: «Tutti i calciatori del Milan mi hanno accolto benissimo e mi sono sentito subito a mio agio.»

Su Lukaku: «Mi ha inviato un messaggio per complimentarsi con me per il trasferimento e mi ha offerto dei consigli su Milano e un aiuto per il mio ambientamento. Sarà un derby nel derby.»

A chi ti ispiri: «Mi piacciono molto i giocatori belgi. A livello europeo mi ispiro a Ronaldo che è un gran lavoratore.»

Su Boban e Maldini: «Mi sono ritrovato davanti a grandi profili che ho sempre ammirato. è un sogno trovarsi davanti a grandi campioni.»

Su Ibrahimovic: «Zlatan lo guardavo da piccolo in TV a fare interviste e ora mi trovo a condividere lo spogliatoio. Tutto ciò mi da una doppia forza.»

Sugli obiettivi: «Voglio aiutare al massimo la squadra e spero di poter svolgere un ruolo importante.»

Sul Numero di maglia: «E’ il primo numero che avuto nella mia carriera da professionista ed è un numero che mi ha sempre portato fortuna e spero di tenerlo a lungo.»

Sui rapporti più stretti in squadra: «Parlo molto con Bennacer che parla francese e con chi sa parlare meglio il francese, ma cercherò di imparare l’italiano il prima possibile per integrarmi al meglio con tutti.»

Su Biglia: «Biglia me lo ricordo, quando avevo 12-13 anni lo ammiravo molto. Fa piacere lavorare con persone come lui.»

Sulle differenze tra il calcio belga e quello italiano: «Per ora non posso dirvele, dal punto di vista tattico mi rendo conto che le tattiche sono diverse e più precise. Anche l’intensità, mi dovrò adattare.»

12.45 Fine conferenza stampa