Connettiti con noi

HANNO DETTO

Cherubini: «Siamo stati arroganti… Mi viene da vomitare»

Pubblicato

su

Cherubini: «Siamo stati arroganti… Mi viene da vomitare». Le intercettazioni del dirigente dell’Area Sportiva della Juve

La Stampa ha riportato alcune intercettazioni di Federico Cherubini sullo sprofondo economico della Juve. Ecco le parole del dirigente dell’Area Sportiva bianconera:

«In due anni hai buttato tutto alle ortiche: 700 milioni messi dagli azionisti. Hai messo tutto a rischio. Perché un giorno hai deciso mandare via due persone che probabilmente era giusto mantenere».

«Siamo stati arroganti sul mercato. E con Ronaldo si è innescato il nostro circolo vizioso, perché i soldi di Pogba (più di cento milioni ricavati dalla vendita al Manchester ndr), li abbiamo spesi per pagare due clausole». Parla Federico Cherubini, intercettato dalla guardia di Finanza a metà del 2021. Lo dice a un altro manager della Juve. Ed è questa la frase che spiega le difficoltà finanziarie della società: l’arroganza sul mercato. Quella che ha portato alla manovra stipendi «irregolare» e all’utilizzo «eccessivo di plusvalenze artificiali con valori gonfiati dei calciatori».

Ancora Cherubini, tutt’altro che felice delle scelte del suo predecessore: «A marzo si parlava di fare 300 milioni di quelle (da intendersi plusvalenze). Ti giuro che tornavo a casa e mi veniva da vomitare solo al pensiero…». Ma è il «libro nero» di Cherubini che svela di più: «Come siamo arrivati fin qui? Acquisti senza senso, investimenti fuori portata (Kulusevski), utilizzo eccessivo di plusvalenze artificiali». Poi arriva l’autocoscienza. Ed è sempre Cherubini a farla: «Negli ultimi anni è anche un po’ colpa nostra, Fabio (Paratici ndr) ha drogato il mercato».

Copyright 2023 © riproduzione riservata Milan News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 48 del 07/09/2021 – Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. – PI 11028660014 Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a A.C.Milan S.p.A. Il marchio Milan è di esclusiva proprietà di A.C. Milan S.p.A.