Borini: da riserva sul mercato a jolly di Giampaolo

Borini
© foto www.imagephotoagency.it

Sempre protagonista in amichevole, Borini si riprende il Milan

Fino a qualche settimana fa era uno tra i candidati per lasciare a breve Milanello, ora dopo un mese negli schemi di Giampaolo sembra un elemento di buona affidabilità. Fabio Borini sta crescendo e scalando la classifica dei preferiti del nuovo allenatore. Piace perché si adegua in svariate posizioni. Corre e mette il cuore in campo. Lo abbiamo visto mezzala in queste prime amichevoli stagionali e non ha deluso le aspettative, Certo, non sarà mai il giocatore che muta un centrocampo, ma grazie al suo carattere il gruppo può contare sull’apporto concreto dell’ex Liverpool.

Borini al capolinea? No, giocherà mezzala

73 gare con la maglia del Milan in carriera. Con il nuovo modulo di Giampaolo, lo spazio rischiava di essere molto scarso e il rischio cessione era concreto. Ha saputo adattarsi senza mai chiedere diversamente. Questa è la sua forza e Giampaolo ha molto apprezzato. Insieme a Piatek è stato il giocatore più utilizzato fino ad ora. Vedremo se quando comincerà la nuova stagione, l’idea non cambierà. Kessie, nel ruolo di mezzala, con l’offerta giusta rischia di partire, dunque Fabio avrebbe le carte in tavola per giocare con regolarità. Tutte ipotesi siamo d’accordo ma considerando il rendimento non è poi utopia. Parola al mercato…