Bargiggia: «Ibra ha provocato Lukaku ma non ha fatto uso di razzismo»

bargiggia
© foto @Twitter

Bargiggia ha detto la sua sul caso di ieri sera tra Zlatan Ibrahimovic e Romelu Lukaku, ecco le sue parole

Paolo Bargiggia, noto giornalista sportivo, ha detto la sua sul caso di ieri sera tra Ibrahimovic e Lukaku:

«Non appena sono usciti i labiali di Ibrahimovic rivolti a Lukaku nella rissa testa a testa a San Siro, è partita nemmeno troppo sotto voce la solita melassa dei talebani del Politicamente Corretto e del Pensiero Unico: ‘Ibra è razzista, ha sbagliato, quello che ha fatto è grave, è razzismo, ci vogliono delle sanzioni esemplari…’. Ibrahimovic ha sbagliato e punto. ‘Vai a fare i tuoi riti vodoo piccolo asino…’ ha detto al belga, ex compagno al Manchester United nella stagione 2017/18: ‘Fotto te e tua moglie…’ la risposta di Lukaku».

Prosegue: «Il riferimento ai riti vodoo di Ibra si riferirebbe alla modalità con la quale l’interista scelse lo United dopo l’Everton, nonostante la madre gli avesse consigliato di andare al Chelsea, nel corso di un viaggio in Africa e la pratica di riti particolari. Ma il razzismo vero è tutta un’altra cosa. Ed è ora di smetterla di voler mettere delle etichette a chiunque non sia omologato alla Dittatura del Pensiero che tanto piace ai globalisti, i nuovi tiranni del ventunesimo secolo. Niente di più sbagliato nel voler ingabbiare e stritolare le personalità diverse con la solita zuppa del razzismo. In natura ci sono individui più o meno docili e concilianti. Oppure più o meno casinisti e rissaioli. Ibrahimovic è uno di questi. Se al Milan, Pioli e la società hanno le palle, multano Ibra per il casino montato e per l’espulsione; ma non certo per un presunto razzismo che non esiste. E che invece, a partire da certi giornalisti del Pensiero Unico, sportivi e non, ieri sera ha cominciato a soffiare come il peggiore dei venti malevoli. Se Milan-Inter lascia dei temi aperti, non sono certo le accuse del presunto razzismo di Ibrahimovic».