acmilan – L’incidenza di Rebic, uno dei cannonieri più prolifici del 2020

© foto Mg Brescia 24/01/2020 - campionato di calcio serie A / Brescia-Milan / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: Ante Rebic

Ante Rebic è la piacevole scoperta del Milan di Pioli: nel 2020 pochi cannonieri hanno segnato come il croato

Il gruppo è formato da Cristiano Ronaldo, Rebic, Immobile e Ilicic: sono loro quattro, fino a questo momento, i cannonieri più prolifici del 2020. Ma nel nuovo anno solo CR7 ha segnato più di Ante Rebić. Il nazionale croato è un fattore per il Milan, entrato in più del 50% dei gol rossoneri segnati dalla fine del 2019 in poi. Quattordici reti milaniste, sette reti di Rebić, più anche un assist.

Nelle ultime quattro partite consecutive, Ante ha sempre segnato, dopo aver marcato visita dal tabellino solo ed esclusivamente nella gara casalinga di campionato contro l’Hellas Verona. Nel primo tempo contro Inter e Torino, nel secondo contro Juventus e Fiorentina, Ante non fa differenze, lui segna e basta.

“Il merito è tutto suo, la svolta è avvenuta nella sua testa dopo la sosta natalizia”, sono state le prime parole di Stefano Pioli subito dopo la doppietta realizzata dal 26enne di Spalato contro l’Udinese a San Siro. Ha conservato un forte legame con la propria terra, Ante. Spesso il papà e gli amici sono a San Siro a seguirlo, si tiene sempre in contatto con le radio e con i siti d’informazione sportivi dalmati.

Una svolta, la sua, che non è fatta di episodi, ma di continuità. E non soltanto di gol. La partecipazione di Rebić alle due fasi di gioco è palpabile. Capita spesso, nella stessa azione, di vederlo all’altezza dell’area rossonera e dopo alcuni istanti all’altezza di quella avversaria.

Fonte: Ac Milan Official App