31 ottobre – Auguri Marco, Van Basten: il “Cigno” che fece grande il Milan

Marco Van Basten compie 54 anni, vita e miracoli del più grande centravanti mai esistito: il cigno di Utrecht che fece grande il Milan

Oggi Marco Van Basten compie 54 anni, il Cigno di Utrecht è considerato uno dei più grandi centravanti della storia del calcio e ovviamente anche del Milan dove ha militato dal 1987 al 1995 anno del suo prematuro ritiro. Vincitore di tre palloni d’oro fu eletto Fifa World Player nel 1992 e occupa la nona posizione nella classifica stilata da World Soccer dei migliori giocatori del XX secolo. Tanti i record attribuiti a Van Basten tra cui l’essere stato il primo giocatore ad aver realizzato un poker in una gara di Coppa dei Campioni. Nella propria carriera Marco ha vinto tre campionati olandesi con la maglia dell’Ajax insieme a tre coppe dei Paesi Bassi e un Coppa delle Coppe. È con l’arrivo al Milan però che sono anche arrivati i grandi successi europei: sotto la guida di Sacchi infatti Van Basten ha vinto tre Coppe dei Campioni, 2 Supercoppe Uefa e due Coppe Intercontinentali oltre che 4 Scudetti e 4 Supercoppe italiane tra i confini nazionali.

Il massimo riconoscimento però l’ebbe in Patria quando con la maglia dell’Olanda vinse il campionato Europeo per Nazioni battendo in finale l’URSS con un gol iconico che ancora oggi è considerato tra i più belli di sempre: una conclusione al volo da posizione impossibile che s’infilò con una traiettoria chirurgica sul secondo palo scavalcando il portiere. Ritiratosi a soli 30 anni, quella che attualmente è considerata l’età di massima maturazione per un calciatore, non potremo mai sapere quante altre vittorie e riconoscimenti Van Basten avrebbe potuto aggiungere alla sua già incredibile carriera. Il 17 agosto 1995, giorno del suo ritiro, la Gazzetta dello Sport titolerà: «Dove troveremo un altro come lui?», ma di Leonardo Da Vinci ne nasce uno nella storia e «Van Basten è stato il Da Vinci del calcio» come dichiarato da Adriano Galliani nella conferenza stampa d’addio dell’olandese.

Articolo precedente
KessieMilan-Genoa, probabili formazioni: confermato il 4-4-2 con qualche variazione
Prossimo articolo
Higuain CutroneMilan-Genoa in streaming e diretta tv: ecco dove vederla