San Siro, si va verso la soluzione più realistica: condivisione per Milan e Inter

san siro
© foto www.imagephotoagency.it

Inter e Milan ancora insieme allo stadio San Siro che verrà ristrutturato da entrambi i club: questo lo scenario più probabile

Si parla ormai da diversi anni di nuovi stadi di proprietà per Milan e Inter ma nessuno dei due club ha mai realmente avanzato proposte fattibili al comune di Milano che al contempo ha proposto alle due società forse la soluzione più realistica: l’affidamento in toto di San Siro che verrà mantenuto come stadio casalingo e riammodernato sia da Milan che da Inter. Secondo quanto riporta La Gazzetta dello Sport l’opzione più probabile resta dunque quella della condivisione del Meazza: i due club devono ora formalizzare un piano con cui presentarsi al Comune e sbloccare definitivamente la situazione.

L’unica variabile in questo scenario sarebbe rappresentata dalla volontà della neo-proprietà americana rappresentata al Milan dal presidente Paolo Scaroni che, secondo Milano&Finanza, starebbe vagliando l’ipotesi di avviare un piano di riqualificazione e sviluppo immobiliare nell’area di Milano Sesto. Il Presidente rossonero ha già avviato i primi contatti con il management di Milano Sesto e in particolare con il vicepresidente e consigliere delegato Paolo Romani. Una novità degli ultimi giorni, con il fondo americano che sarebbe pronto a rilanciare l’idea di abbandonare San Siro per mettersi in proprio con un impianto di proprietà. Palazzo Marino tuttavia preferirebbe una cogestione rossonerazzurra dell’impianto ma molto dipenderà dai prossimi vertici tra le due dirigenze dei club meneghini.

Articolo precedente
Oddo racconta Ancelotti: «Prima di Atene mi tenne sulle spine…»
Prossimo articolo
Calhanoglu convocato dalla Turchia, un’occasione per ritrovare il gioco perduto