Rivaldo sul Milan: «Ecco perché ho falllito, Paquetà è il futuro del Brasile»

Rivaldo parla della propria avventura al Milan: dal perché non è riuscito a dare il massimo e della sensazione nel giocare con Paolo Maldini

Intervistato da Betfair, Rivaldo, ex pallone d’oro e giocatore del Milan ha parlato della propria esperienza in rossonero: «Iniziai bene al Milan con quel gran bel gol di tacco poi annullato. Purtroppo non ho saputo dare il massimo perché stavo attraversando un periodo molto difficile nella mia vita privata con il divorzio con mia moglie. Alla fine a Milano ho passato un anno e mezzo molto intenso che mi permise di vincere una Champions League nel 2003». 

IL DIFENSORE PIÙ FORTE – «Ne dico due: uno Fernando Hierro e l’altro Paolo Maldini. Contro Paolo da avversario ho sempre fatto fatica, fortunatamente poi giocammo insieme nel Milan e non mi dovetti più preoccupare». 

IL FUTURO DEL BRASILE – «Ci sono attualmente due giocatori che reputo possano rappresentare il futuro del Brasile: uno è Lucas Paquetà del Milan e l’altro Vinicius Junior del Real Madrid».