COME QUEL GIORNO IN CUI – «La magica notte di Atene» di Marco

Filippo Inzaghi Ancelotti
© foto Carlo Ancelotti, 28 anni fa l'addio al calcio giocato

COME QUEL GIORNO IN CUI – Ecco il ricordo della magica notte di Atene 2007 da parte del nostro lettore Marco

E’ il 23 maggio del 2007, finale di Champions League tra Milan e Liverpool. Sono teso come se in campo debba scendere io stesso. Ancora negli occhi ho impressa la finale persa, sempre contro di loro, contro il Liverpool: una notte sa dimenticare. La partita inizia. Man mano che passano i minuti la tensione sale, il risultato non sembra sbloccarsi. Siamo agli sgoccioli del primo tempo, tutti i giocatori delle due squadre hanno ormai la testa negli spogliatoi; tutti tranne Kakà, che con un guizzo conquista una punizione al limite dell’aria di rigore inglese.

Sulla palla va il solito Andrea Pirlo, lo specialista. L’area di rigore si affolla, tutto lo stadio rimane col fiato sospeso, Pirlo calcia e la palla entra in porta… GOOOOOL 1-0!! Il tocco decisivo in barriera è di Filippo Inzaghi, che corre sotto la curva e esulta come non mai. Si va al riposo sul risultato di 1 a 0 per il Milan. Nel secondo tempo il Liverpool le prova tutte, ma Kakà riceve palla e la passa al solito Inzaghi, che si smarca sul filo del fuorigioco, scarta Reina e segna la doppietta. GRAZIE ❤🖤

Marco Giuseppi (Mogo per gli amici)