Elliott, pochi acquisti e nessun progetto per il futuro immediato del Milan

Leonardo
© foto www.imagephotoagency.it

Segnali negativi per il futuro del Milan. Pochi acquisti e pochi progetti per il futuro

La conferenza stampa di oggi di Leonardo ha confermato le sensazioni negative dei tifosi milanisti. Leonardo ha precisato che il Milan non farà grandi acquisti e che potrebbero esserci cessioni eccellenti. In questo senso il primo ad abbandonare la barca potrebbe essere proprio il capitano Leonardo Bonucci in procinto di trasferirsi alla Juventus. Sul mercato sono finiti anche Biglia e Borini, entrambi offerti alla Lazio di Lotito. Qualche rassicurazione in più è stata data sulla permanenza di Donnarumma che, dopo l’arrivo di Allison al Liverpool e di Buffon al Psg, sembra più sicura.

LEONARDO – Leonardo non ha molta esperienza a livello dirigenziale ma nel suo passato al Milan ha portato talenti di livello internazionale allora sconosciuti come Kakà, Thiago Silva e Pato. Tuttavia il suo ritorno  non sembra essere nel cuore dei tifosi. Inoltre non ha un buon rapporto con Gattuso, al momento l’unico punto fermo del Milan. L’ex allenatore dell’Inter è stato scelto da Elliott però per ridare lustro ad un progetto a medio lungo termine. In questa sessione, come ammesso dallo stesso Leonardo in conferenza stampa, ci si limiterà a vendere al maggior prezzo possibile in modo da far guadagnare Elliott e abbassare l’ingente monte stipendi (da qui la cessione di Bonucci) : possibile solo qualche giovane in entrata per la prossima stagione (leggi Caldara). Come ribadito dallo stesso dirigente brasiliano in questa sessione

ELLIOTT – Il fondo americano ha ammesso che non venderà il Milan l’anno prossimo ma in finanza, si sa, niente può essere dato per certo. Tuttavia ,come da clausola in caso di cessione del club entro un anno dal passaggio di proprietà, il fondo americano potrebbe decidere di abbandonare dopo appena un anno per non correre il rischio di dover dare parte del ricavato a Yonghong Li. Al momento i segnali, tralasciando le mere parole, non sono positivi: lo stesso Leonardo ha ammesso di non avere progetti per le giovanili rossonere e potrebbe addirittura saltare l’iscrizione del Milan B al campionato di Lega Pro. Anche la costruzione del nuovo stadio non interessa al fondo che vuole soltanto cedere il Milan senza tuttavia deprezzarlo nei prossimi 12 mesi. La prossima stagione potrebbe essere forse la peggiore degli ultimi 10 anni per il Milan: saranno tutti traghettatore senza obiettivi, da Elliott a Leonardo passando per Gattuso che verrà usato come parafulmine.

Articolo precedente
Serie ASorteggio calendario Serie A 2018/19: inizio complicato e finale easy per il Milan, Derby alla nona
Prossimo articolo
HiguainScambio Milan-Juve: i giocatori hanno già deciso, ora tocca ai club