Connettiti con noi

HANNO DETTO

Contra: «Che errore lasciare il Milan? Tatarusanu, meritava di più»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Cosmin Contra, ex giocatore del Milan, è intervenuto sul canale You Tube di Carlo Pellegatti. Ecco i suoi aneddoti riguardanti i rossoneri

Cosmin Contra, ex giocatore del Milan, è intervenuto sul canale You Tube di Carlo Pellegatti. Ecco i suoi aneddoti riguardanti i rossoneri.

Il Motivo dell’addio al Milan – «Non centra nulla la lite con Davids. Nella vita si fanno delle scelte, è stata una mia decisione essere tornato in Spagna. Quello è stato l’errore più grande della mia vita, dovevo rimanere in rossonero. Con l’aiuto di Maldini, Costacurta e Albertini ho imparato tante cose in quella stagione, ho imparato a difendere. E’ stata una scelta sbagliata andare via».

Su Tatarusanu – «Quando sono stato ct della Romania, ha fatto due anni straordinari in nazionale. Non ha avuto la fortuna di trovare tanti allenatori che gli hanno dato fiducia. Sapevo che quando avrebbe avuto la sua chance al Milan avrebbe fatto bene. E’ un bravo portiere, lavora bene e aiuta la squadra. Lui è un esperto a parare i rigori, quando ho visto la parata nel derby sono stato felice perché se lo meritava. Avrebbe meritato di più nella sua carriera».

Sulla rete nel derby del 2001 – «Abbiamo battuto in fretta una punizione in mezzo al campo, ho ricevuto palla e ho fatto il tiro più bello della mia vita. Feci un bel gol, poi segnare nel derby è speciale. E’ stato uno dei gol più belli della mia carriera. Poi feci anche l’assist per la rete di Pippo Inzaghi. Quando avevi in area un attaccante come lui sapevi che poteva succedere sempre qualcosa. Per un terzino è più facile fare cross con uno come Pippo. Lui giocava sempre sul limite del fuorigioco, era sempre pronto a sfruttare gli errori dei difensori».

Il gol a Verona e il Milan attuale – «Era una partita prima di Natale. Ho segnato all’ultimo minuto, è stato bellissimo perché ho regalato un Natale più sereno ai tifosi. Il Milan è sempre nel mio cuore. Prima del match dell’anno scorso contro il Manchester United in Europa League a San Siro ho incontrato Paolo Maldini, è sempre bello rivederlo. Sono felice che il Milan stia tornando dove merita».