REBUS CONTI, Percassi: "Vale 30 milioni, ci faremo valere"; l'agente: "L' Atalanta mantenga la parola, andrà al Milan" | MilanNew24

REBUS CONTI, Percassi: "Vale 30 milioni, ci faremo valere"; l'agente: "L' Atalanta mantenga la parola, andrà al Milan"


La situazione si fa complicata a Bergamo dove è in scena un vero e proprio tira e molla tra la dirigenza atalantina, guidata ovviamente dal presidente Percassi, e il procuratore di Andrea Conti riguardo il possibile futuro al Milan del giocatore. Ecco le parole del presidente bergamasco a La Gazzetta dello Sport dopo la notizia dell'accordo raggiunto tra il giocatore e il Milan:

"Ah sì, hanno trovato l’accordo? Beh però adesso i conti devono farli con noi. Il ragazzo è incedibile, poi valuteremo. È vincolato all’Atalanta con 4 anni di contratto. Devo aggiungere che in questo caso il modo di procedere del club mi lascia stupito. L’agente dice che vuole solo il Milan? Può dire quello che vuole. Se il giocatore è in Nazionale deve dire grazie all’Atalanta e a Gasperini per come lo abbiamo trattato. Per Kessié si erano comportati in maniera diversa. Direi più lineare. Avevano sentito noi, anzitutto. Per me vale trenta milioni. Se il Milan aderirà alle nostre richieste, magari l’affare si concluderà. Se Mirabelli vuole venire a parlarne con noi ben venga, ma si parte dal presupposto che è incedibile. I contratti vengono firmati liberamente dalle parti. Poi capisco che esistono anche gli interessi di terzi, come del procuratore, ad esempio. Si sa che di fronte a certe cifre società come la nostra non possono competere. Però in una eventuale trattativa ci faremmo valere. Lo ripeto, siamo tranquilli. Non temo forzature da parte del ragazzo, cresciuto da noi: qualcosa vorrà dire... E poi penso che un giocatore non abbia interesse a rimanere fermo". 

Di altro avviso invece Mario Giuffrida, procuratore di Andrea Conti, che ai microfoni di Sportitalia ha così commentato: 

"So che ha quattro anni di contratto, ma so anche che Luca Percassi durante un pranzo mi ha ribadito a febbraio che se fosse arrivata una richiesta importante il ragazzo sarebbe andato via. Deve mantenere la parola. Il contratto di quattro anni non sia una forma di ricatto, anche perché chi mi conosce bene sa che non mi sono mai fatto mettere il guinzaglio da nessuno, ne tantomeno me lo farò mettere da Percassi e dall'Atalanta. Non ho nessun problema a far rimanere Conti all'Atalanta. E aggiungo: visto che Percassi stesso ha dichiarato di capire Andrea il cui ingaggio attuale è pari ad un decimo rispetto a quello che gli offre il Milan, allora gli adegui il contratto rispetto all'offerta dei rossoneri". 

10/06/2017 12:35
Mario Labate
Focus

Classifica Serie A offerta da Livescore.it

©MILANNEWS24.COM è una testata giornalistica (Aut. 1/2016 Tribunale di Reggio Calabria). Direttore: Mario Labate