AMBROSINI: "Champions 2007 trofeo più importante della mia carriera. Quella rosa vinse troppo poco in Italia per le qualità che possedeva" | MilanNew24

AMBROSINI: "Champions 2007 trofeo più importante della mia carriera. Quella rosa vinse troppo poco in Italia per le qualità che possedeva"


Intervistato da Milan Tv, Massimo Ambrosini, ex centrocampista del Milan, è così tornato a parlare della Champions League vinta dieci anni fa contro il Liverpool ad Atene: 

"Secondo me ci sono dei momenti in cui non ti rendi conto, quando ci sei dentro, quello che sta succedendo. Poi quando ti fermi e ci pensi te ne rendi conto. Inzaghi è sempre molto tranquillo, le sue stupidaggini le dice sempre (sorride, ndr). Maldini se lo sentiva che avremmo vinto la Champions? Io mi ricordo quando Carlo (Ancelotti, ndr) mi chiamò la vigilia di Natale del 2006 dicendomi di guarire tranquillamente perchè poi, una volta ritornato, avremmo vinto la Champions.E' stato il trofeo indubbiamente più importante della mia carriera. Credo che questa rosa abbia vinto poco in Italia per la qualità e la forza che avevamo. Eravamo una squadra che sapeva stare in campo in un certo modo, però giocare contro di noi era molto dura perchè avevamo tanta qualità. Quell'estate lì molti di noi avevano l'onda lunga del Mondiale, poi abbiamo avuto la fortuna di avere dei giocatori forti che erano nel loro momento migliore della carriera, in ascesa: i Kakà, i Seedorf, i Pirlo, i Gattuso. Ogni squadra è irripetibile per le caratteristiche che ha. Poi ci son state tante squadre che assomigliano a quello che eravamo noi. Però eravamo molto forti".

24/05/2017 16:48
Mario Labate
Focus

Classifica Serie A offerta da Livescore.it

©MILANNEWS24.COM è una testata giornalistica (Aut. 1/2016 Tribunale di Reggio Calabria). Direttore: Mario Labate